Energie Rinnovabili e Green Economy

Come sfruttare le Energie Rinnovabili

Nell’ultimo decennio c’è un’attenzione sempre maggiore verso le cosiddette energie rinnovabili: si sta finalmente virando verso un tipo di consumo più consapevole e si sta capendo che non possiamo più continuare a sfruttare il pianeta a ritmi così elevati.

I combustibili fossili sono ormai obsoleti e la loro estrazione è molto inquinante: inoltre questo tipo di fonti energetiche va esaurendosi e un’inversione di rotta è quanto mai necessaria.

 

La produzione di energia rinnovabile

 

Cosa si intende per fonti di energia rinnovabile? Le fonti di energia rinnovabile sono fonti energetiche il cui utilizzo non va a diminuire le risorse della fonte stessa.

Sono fonti praticamente inesauribili perché

costituite da elementi naturali da sempre presenti in natura.

Se l’uomo decide di sfruttare a pieno tali fonti, esse non diminuiranno con lo sfruttamento. Sono quindi fonti che si rigenerano e che sono e saranno sempre disponibili in natura.

In più, il loro utilizzo non pregiudica l’ambiente circostante: lo sfruttamento di queste fonti è effettuato con metodi non inquinanti e totalmente “puliti”.

Per questo spesso le fonti di energia rinnovabile vengono chiamate anche “fonti di energia pulita”.

 

 

Produzione derivante da processi Rinnovabili

Le principali fonti di energie rinnovabili

 

Quali sono le principali fonti di energie rinnovabili? La maggior parte di esse ha a che fare con gli elementi naturali: sole, vento, calore e acqua sono fonti inesauribili di energia.

Ecco un elenco delle principali fonti di energia rinnovabile che sono sfruttate in Italia e in Europa:

  • Energia solare: il sole è l’elemento naturale che ogni giorno irradia la terra con i suoi raggi. Grazie al fotovoltaico è possibile trasformare l’energia solare in energia elettrica e per la produzione di calore.
  • Energia eolica: il vento è il secondo elemento naturale maggiormente sfruttato allo stato attuale. Lo spostamento dell’aria che il vento provoca quotidianamente, può essere trasformato sia in energia elettrica che in energia meccanica. La prima si genera per mezzo delle pale eoliche, la seconda per mezzo dei mulini a vento.
  • Biomasse: sono ancora poco conosciute, ma il loro sfruttamento sta prendendo sempre più piede. Sono sostanze organiche da cui si ottengono biocarburanti oppure scarti alimentari o biologici dalla cui combustione si ottiene calore.
  • Energia idraulica: si ottiene per mezzo dello spostamento delle masse d’acqua come mari e oceani. Onde e maree permettono di ottenere energia idraulica tramite evolute tecniche di estrazione, che sono al momento però ancora molto costose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *