Energie Rinnovabili e Green Economy

Come sfruttare le Energie Rinnovabili

Nell’ultimo decennio c’è un’attenzione sempre maggiore verso le cosiddette energie rinnovabili: si sta finalmente virando verso un tipo di consumo più consapevole e si sta capendo che non possiamo più continuare a sfruttare il pianeta a ritmi così elevati.

I combustibili fossili sono ormai obsoleti e la loro estrazione è molto inquinante: inoltre questo tipo di fonti energetiche va esaurendosi e un’inversione di rotta è quanto mai necessaria.

 

La produzione di energia rinnovabile

 

Cosa si intende per fonti di energia rinnovabile? Le fonti di energia rinnovabile sono fonti energetiche il cui utilizzo non va a diminuire le risorse della fonte stessa.

Sono fonti praticamente inesauribili perché

costituite da elementi naturali da sempre presenti in natura.

Se l’uomo decide di sfruttare a pieno tali fonti, esse non diminuiranno con lo sfruttamento. Sono quindi fonti che si rigenerano e che sono e saranno sempre disponibili in natura.

In più, il loro utilizzo non pregiudica l’ambiente circostante: lo sfruttamento di queste fonti è effettuato con metodi non inquinanti e totalmente “puliti”.

Per questo spesso le fonti di energia rinnovabile vengono chiamate anche “fonti di energia pulita”.

 

 

Produzione derivante da processi Rinnovabili

Le principali fonti di energie rinnovabili

 

Quali sono le principali fonti di energie rinnovabili? La maggior parte di esse ha a che fare con gli elementi naturali: sole, vento, calore e acqua sono fonti inesauribili di energia.

Ecco un elenco delle principali fonti di energia rinnovabile che sono sfruttate in Italia e in Europa:

  • Energia solare: il sole è l’elemento naturale che ogni giorno irradia la terra con i suoi raggi. Grazie al fotovoltaico è possibile trasformare l’energia solare in energia elettrica e per la produzione di calore.
  • Energia eolica: il vento è il secondo elemento naturale maggiormente sfruttato allo stato attuale. Lo spostamento dell’aria che il vento provoca quotidianamente, può essere trasformato sia in energia elettrica che in energia meccanica. La prima si genera per mezzo delle pale eoliche, la seconda per mezzo dei mulini a vento.
  • Biomasse: sono ancora poco conosciute, ma il loro sfruttamento sta prendendo sempre più piede. Sono sostanze organiche da cui si ottengono biocarburanti oppure scarti alimentari o biologici dalla cui combustione si ottiene calore.
  • Energia idraulica: si ottiene per mezzo dello spostamento delle masse d’acqua come mari e oceani. Onde e maree permettono di ottenere energia idraulica tramite evolute tecniche di estrazione, che sono al momento però ancora molto costose.

Sicurezza negli eventi: quanto è importante?

Sicurezza negli eventi

La componente sicurezza agli eventi è fondamentale?

Gli eventi pubblici al giorno d’oggi sono parte integrante della nostra vita, sia per quanto riguarda i più giovani che per le persone adulte. Basti pensare ai concerti, alle manifestazioni, ai festival, alle inaugurazioni e alle presentazioni dell’ultimo modello di cellulare. Sicuramente la prima parola che ci viene in mente è divertimento ma senza il ruolo fondamentale che gioca la sicurezza tutti questi eventi difficilmente potrebbero avere luogo.

Controlli

Ogni evento inizia con una fila, lunga o breve che sia, gestita attraverso tornelli e transenne od organizzata con tende e sedie da campeggio. Uno dei ruoli della sicurezza è quello di controllare che i partecipanti non introducano droghe, armi o bevande dall’esterno, così come fare in modo che l’attesa e il defluire delle persone avvenga in modo pacifico e senza interruzioni importanti.

Pronto soccorso / intervento

Spesso e volentieri (e purtroppo) c’è chi alle feste alza troppo il gomito o viene colto da malore improvviso: in questo caso senza il pronto intervento della sicurezza che può chiamare nell’immediato i primi soccorsi, il numero di tragedie e dei disordini sarebbe sicuramente più elevato.

Protezione

Solitamente, in occasione di un concerto, di una manifestazione o di un festival viene allestita un’area ben precisa che sia adeguata a contenere il numero di persone previste. Ecco che la sicurezza ha nuovamente un ruolo assai importante nel proteggere e sorvegliare quelli che sono i luoghi coinvolti, a maggior ragione se l’evento dura più giorni.

Posti di lavoro

Sono numerose e in crescita le agenzie in tutto il mondo che si occupano di sicurezza agli eventi, creando così posti lavoro e diminuendo il livello di disoccupazione. Come ad esempio www.NoSilence.it un’agenzia all’avanguardia sul territorio romano.

Diminuire la violenza

È capitato a tanti di assistere (o addirittura di partecipare) a una rissa, iniziata per futili motivi o per via dell’eccessivo alcol in corpo. La sicurezza ha il compito di contenere gli episodi di questo genere e di fermarli sul nascere.

Uscita

Il termine della festa è un altro punto cruciale della sicurezza; gli addetti hanno il dovere di porre dei limiti e invitare tutti i partecipanti a lasciare l’evento in maniera ordinata. L’assenza della loro figura comporterebbe resse e ingorghi, dilatando ulteriormente la conclusione della manifestazione in corso.
In conclusione la sicurezza agli eventi ha il compito di prevenire atti di violenza, far rispettare la legge e soprattutto dare un senso di protezione al cittadino.

Insonnia in Gravidanza, Come Combatterla?

Insonnia e Valeriana in Gravidanza

Insonnia

 

La perdita di sonno non riguarda esclusivamente il periodo immediatamente successivo al parto, ma anche le donne in gravidanza possono soffrire di insonnia.

Se nel primo caso non si può far molto se non armarsi di pazienza e aspettare che il neonato concluda i suoi pasti notturni, nel secondo caso le future mamme possono intervenire migliorando la qualità del loro riposo.

Le cause che portano all’insonnia durante la gravidanza

 

L’insonnia può colpire spesso le donne in gravidanza. Le cause sono principalmente due:

  1. Una di natura ormonale
  2. Una di natura fisica

La prima riguarda il primo trimestre. Le variazioni ormonali che l’organismo di una donna incinta subisce può creare problemi alla qualità del sonno.

L’aumento della produzione di progesterone, indispensabile per la buona riuscita di una gravidanza, ha delle conseguenze: una maggiore stanchezza per la futura mamma, una minzione più frequente, un aumento della temperatura e una riduzione della fase REM del sonno.

Tutti aspetti con rendono più difficile dormire normalmente. Col passare dei mesi e con l’aumentare della pancia (soprattutto nel terzo trimestre) le cause sono più di natura fisica con problemi di postura che influiscono sul riposo notturno.

 

Come affrontare l’insonnia in gravidanza

 

Esistono alcuni semplici rimedi per evitare di passare le lunghe ore notturne fissando il soffitto della camera da letto.

Per prima cosa evitare la caffeina dopo il pranzo. Un eccitante è ciò di cui non si ha proprio bisogno per potersi addormentare.

Limitare il più possibile i riposi diurni. Fare ginnastica ma soltanto di giorno. Il movimento fa bene, ma troppo vicino all’ora in cui si va a letto può rendere difficRimedi per combattere l'Insonnia in Gravidanzaile il sonno.

Fare un bagno caldo è utile: rilassa i muscoli e predispone meglio il corpo ad addormentarsi.

Ci si può concedere tranquillamente uno snack prima di dormire (proteine o carboidrati) per evitare il classico “buco allo stomaco” nel cuore della notte.

Cercare di andare a letto e risvegliarsi, se possibile, sempre alla stessa ora aiuta ad assimilare il ritmo sonno/veglia.

A letto utilizzate un materasso non troppo rigido, nè troppo morbido. L’ideale sono quelli in lattice o a molle. La posizione sul fianco (sinistro) è la più indicata per il riposo delle gestanti.

Se siete interessati invece a rimedi naturali, come la valeriana per sconfiggere in modo definitivo l’insonnia, sul sito Lavaleriana.it tutti i dettagli e riferimenti utili.

 

Cenone di Capodanno a Roma

Cenone di capodanno a Roma

Il capodanno a Roma in giro possiede dei pregi e degli svantaggi: ecco quali sono ed a cosa bisogna stare attenti.

E’ sicuro rimanere in strada a capodanno a Roma?

Rimanere per strada, purtroppo, non è mai sicuro: visti i recenti eventi che si stanno manifestando, ovvero gli attentati ed altre situazioni del genere, rimanere in strada a Roma non è sicuro a Capodanno ma nemmeno negli altri giorni.

L’ideale sarebbe quello di trascorrere la suddetta festa in un locale per un cenone di Capodanno 2016 a Roma oppure a casa propria, dove è possibile rimanere sicuri al cento per cento, visto che si eviterà di esporsi troppo, rischiando di andare incontro a delle situazioni che risultano essere tutt’altro che piacevoli da affrontare.

La sicurezza degli eventi Roma

Bisogna però sottolineare che, a Roma, la sicurezza degli eventi risulta essere elevata.

Il capodanno trascorso in questa città e caratterizzato dalla presenza costante delle forze dell’ordine, che sacrificano tutto pur di rendere un evento, che si svolge nella strada, il più sicuro di tutti i tempi.

Bisogna anche sottolineare che, difficilmente, negli eventi che si svolgono a Roma durante la notte di capodanno accadono incidenti particolari, a causa di persone che possono avere un atteggiamento tutt’altro per corretto.

Bisogna però tenere in considerazione il fatto che i tempi sono cambiati e che la violenza è aumentata, ma che grazie alle forze dell’ordine, la situazione potrà essere riportata alla normalità in tempi che risultano essere immediati, evitando alle persone di andare incontro a delle situazioni che sono tutto tranne che piacevoli da affrontare.

Conclusione su Roma e capodanno in giro

In conclusione si può sostenere che, la città di Roma, in ogni suo evento, possiede un livello di sicurezza che risulta essere veramente elevato, visto il numero di persone che appartengono alle forze dell’ordine che assicurano il corretto svolgimento di quel determinato evento

Bisogna però aggiungere che, per poter stare tranquilli al cento percento, sarebbe meglio trascorrere il capodanno in maniera semplice e normale, oppure tenere gli occhi ben aperti nel momento in cui ci si ritrova pre stra, in maniera tale che si possano evitare dei pericoli di ogni tipo.

Prestazioni della Sigaretta Elettronica Ego T

Le caratteristiche della Sigaretta elettronica Ego-T

Ego T è uno dei migliori prodotti sul mercato delle sigarette elettroniche, che riesce a coniugare con successo funzionalità, qualità e convenienza.

 

Le caratteristiche tecniche

 

Ego T viene venduta in comode confezioni da una a due sigarette elettroniche alimentate da batterie da 650 mAh o 1100 mAh (rispettivamente corta e lunga).

Il kit viene venduto in una confezione che permetterà agli utenti di avere con sè tutto il necessario svapare in tutta tranquillità: nel pratico astuccio in ecopelle con zip c’è un comodo caricatore USB, un adattatore AC a parete e un flacone con ago.

Ogni sigaretta elettronica Ego t è dotata di un sistema tank che può contenere fino a 1,2ml di liquido: una cartuccia di aroma dura circa dalle 4 alle 5 ore (la durata dipende comunque dal ritmo di svapo di ogni singolo utente).

 

Sigaretta Ego T: come si usa?

 

La sigaretta Ego T è formata da una struttura in acciaio con resistenza interna e camera di vaporizzazione. La resistenza standard joye dell’atomizzatore è di 2,4 Ohm.

Utilizzare la sigaretta Ego T è veramente molto semplice: per riempire il serbatoio non si dovrà fare altro che smontarlo esercitando una leggera pressione, ed inserire il liquido utilizzando il flacone con ago presente nel kit.

batterie per Sigaretta Elettronica della serie eGo T

Per accendere e spegnere il prodotto si dovrà premere per cinque volte (in successione rapida) il pulsante di controllo fino a che la luce led non si sarà attivata.

Per lo spegnimento il procedimento da seguire è il medesimo.

Per aspirare sarà necessario tenere premuto il pulsante posto sul corpo del prodotto.

L’atomizzatore va sostituito quando si avverte un sapore sgradevole e fuoriesce poco vapore mentre il serbatoio va sostituito quando comincia a perdere liquido.

 

Le prestazioni della sigaretta elettronica Ego T

 

Le prestazioni della sigaretta elettronica Ego T sono decisamente eccellenti: il vapore esce in consistenti quantità già dopo pochi tiri.

Anche l’aroma viene rappresentato meglio rispetto agli altri marchi: il sapore di bruciato è inesistente e non c’è alcuna perdita di liquido durante l’aspirazione.

Inoltre, durante l’atto di aspirazione, la sigaretta elettronica Ego T è molto silenziosa: non si sente il fastidioso rumore del liquido che evapora.

 

Fonte:  www.supersvapo.it

Lenti a Contatto: come sono fatte

Quanti tipi di Lente a Contatto esistono?

I tipi di lente a contatto

 

Ci sono diversi tipi di lente a contatto che si scelgono in base al difetto visivo da correggere, alla gradevolezza e alla durata delle stesse lenti.

Ma come sono fatte le lenti a contatto? Possono definirsi come protesi oculari di forma circolare, che aderiscono perfettamente alla cornea e si adattano nella maggior parte dei casi alla naturale curvatura.

Le prime in commercio risalgono agli anni ’40 e sono state pensate per evitare di portare gli occhiali.

Oggi si può scegliere di utilizzare lenti a contatto rigide, semi rigide e morbide.

Le lenti a contatto rigide sono costituite di un materiale chiamato polimetilmetacrilato, che è totalmente impermeabile all’ossigeno, come lo sono anche quelle semi rigide ma non quelle morbide.

In generale sono consigliabili quelle permeabili in quanto svolgono una funzione che più si avvicina alla fisiologia corneale.

Le lenti a contatto morbide sono anche definite che idrofile perché assorbono liquidi oculari anche in alte percentuali ed è per questo che lasciano passare l’ossigeno, idratando la superficie della cornea.

La sostituzione delle lenti a contatto

 

Per mantenere la naturale idratazione le lenti a contatto durevoli devono essere custodite in una soluzione fisiologica, ma esistono anche quelle “usa e getta”.

In ogni caso alla sera devono essere tolte per evitare fastidi. E’ il livello di idratazione che in ogni caso definisce la durata delle lenti a contatto.

Le migliori Lenti a Contatto Giornaliere

Se si avverte la sensazione di “granuli” sulla superficie oculare significa che si sono creati dei depositi di proteine che potrebbero portare a reazioni allergiche e irritazioni.

E’ uno dei motivi per cui è consigliabile preferire le lenti usa e getta, anche mensili, per proteggere la cornea.

Le lenti a contatto rigide e semi rigide

 

Le lenti rigide non hanno flessibilità ed è per questo che non lasciano passare ossigeno. Sono i movimenti della palpebra superiore che ripuliscono la superficie e che le rendono maggiormente durevoli rispetto a quelle morbide e semi rigide.

All’inizio il loro uso potrebbe non essere ben tollerato e richiede un periodo di adattamento.

La tipologia di lenti rigide è quella che maggior si presta a essere usata da chi soffre di astigmatismo. Non sono consigliate per chi pratica sport.

Le lenti semi rigide sono leggermente più flessibili e limitano la lacrimazione. Sono consigliate a chi ha subito lesioni alla cornea o abrasioni, perché svolgono una funzione protettiva. Anche in questo caso l’adattamento può essere lungo e si suggerisce di alternare gli occhiali per i primi periodi.

Esistono anche le lenti a contatto estetiche per chi vuole cambiare il colore degli occhi ma contengono sostanze coloranti che sul periodo possono essere dannose.

Fonte: Contactalens.com

Medicina estetica e chirurgica a Firenze

Medicina estetica e chirurgica a Firenze

Centri estetici a Firenze

Firenze è una città i cui abitanti danno molta importanza all’aspetto fisico e di conseguenza all’estetica.

Quindi questo settore è molto sfruttato, perché molti ricorrono a trattamenti come lifting del viso, mastoplastiche additive e riduttive, mastopessi, rinoplastiche e ritocchi di varie parti del corpo, abbronzature artificiali, depilazioni, massaggi, eccetera.

Per questo Firenze vanta di un discreto numero di palestre, di centri estetici e centri benessere che negli ultimi anni stanno prendendo campo velocemente.

Ci sono molti tipi di centri estetici e tutti lavorano con trattamenti diversi; quelli che si basano in prevalenza sulle cure e trattamenti con prodotti di bellezza professionali, quelli che praticano cure manuali e quelli che usano macchinari di vario tipo sfruttando energie varie provenienti, dal calore, dal freddo.

Poi esistono i trattamenti che usano l’energia e il massaggio dell’acqua o del vapore e quelli più drastici che si basano sulla chirurgia.

Ovviamente prima di sottoporsi a queste cure si effettuano delle sedute e consulenze mediche che verificano l’idoneità del soggetto alla singola cura predisponendo dei percorsi personalizzati, programmati a secondo dei bisogni e dei problemi individuali.

Centri di benessere e termali

Questi centri di la medicina estetica operata a Firenze si basano soprattutto sui benefici naturali di acque termali, oppure quelli del semplice massaggio di acqua ed aria uniti a quelli del caldo e del freddo a secondo del problema da trattare ma non mancano di certo quelli più specializzati e mirati non solo al trattamento ma alle vere e proprie operazioni estetiche e chirurgiche.

I bagni possono essere abbinati ad usi di oli essenziali come aromaterapia, a massaggi e anche a saune finlandesi o bagni turchi, che sono abbastanza simili fra loro, ma le prime il calore è più asciutto e il secondo è molto umido.

Come si è accennato in precedenza a Firenze negli ultimi anni si sono diffusi a macchia d’olio e sono frequentati non solo per particolari problemi fisici, ma anche per rilassarsi e sciogliere le tensioni accumulate dallo stress da soli o con il/la partner.

Sono diventati anche degli originali e validi regali, i buoni validi per trascorrere una giornata in un centro benessere.

Uso dei macchinari nei centri estetici

I macchinari più diffusi nei centri di medicina estetica vanno dai più semplici come quello che genera vapore per effettuare una pulizia del viso a quelli più sofisticati come il laser o la luce pulsata per curare varici, capillari, macchie sulla pelle, acne, smagliature, eccetera.

Sono diffusi anche quelli che effettuano massaggi in sostituzioni a quelli manuali, come la pressoterapia, il linfodrenaggio, quelli che effettuano cavitazione o liposuzione.

Utilizzati moltissimo anche nei centri di medicina estetica fiorentini per i trattamenti di dimagrimento sono i macchinari ad ultrasuoni, che agiscono esclusivamente sulle cellule adipose sulla paziente che vuole dimagrire.

Gli elettrostimolatori sono altri macchinari molto impiegati nei centri estetici, perché sciolgono grassi, contratture eccetera, ma contemporaneamente tonificano i tessuti; quindi eliminano l’incombenza di dover ricorrere dopo il trattamento a drastici esercizi fisici per rassodare.

Trattamenti estetici tradizionali

Firenze essendo una città multietnica ha anche il privilegio di diffondere, oltre che ai massaggi estetici di base, provenienti dalle scuole fiorentine, anche diverse tecniche provenienti da culture orientali.

Fra le più diffuse tecniche di medicina estetica orientale praticata nei centri specializzati a Firenze e provincia sono la medicina ayurvedica, il massaggio Shiatsu, il massaggio con le pietre calde, eccetera

 

Clinica e studio dentistico a Milano

Quando si parla di Implantologia ed Estetica Dentale a Milano, si parla del dentista Gianpaolo Cannizzo e della sua clinica odontoiatrica.

Non esiste un tempo giusto per prendersi cura del proprio sorriso.

Esiste un posto giusto dove farlo.

LA SCELTA GIUSTA

Frequentato anche da personaggi dello spettacolo, che sulla propria immagine hanno costruito un mestiere, la clinica odontoiatrica del Dott. Cannizzo è garanzia di risultati e qualità, grazie all’utilizzo di tecniche all’avanguardia e ad una preparazione di prim’ordine.

Se il vostro sogno è ridare bellezza e libertà al vostro sorriso, grazie a denti più sani e armoniosi, le mani del dentista Cannizzo e dei suoi collaboratori sono quelle giuste.

NELLE MANI GIUSTE

Il tuo sorriso e la tua salute dentale sono importanti e sono obiettivi che il Dott. Cannizzo vuole condividere con te. Con il raggiungimento di questi obiettivi riacquisterai la tua sicurezza, dal mangiare in pubblico al fare nuovi incontri, tutto tornerà ad essere un piacere.

Nel compiere questo viaggio verso Salute e Bellezza sarai nelle mani del Dott. Gianpaolo Cannizzo, titolare dello studio, che metterà a tua completa disposizione le sue prestazioni mediche, frutto di preparazione e grande esperienza in campo odontoiatrico.

Implantologia dentale a carico immediato e odontoiatria estetica sono le specializzazioni del dentista Cannizzo, abile nel fondere ed ottimizzare queste due specialità in un servizio all’avanguardia, a disposizione dei clienti della clinica odontoiatrica di Milano con un trattamento sempre personalizzato.

IL GIUSTO RAPPORTO TRA QUALITÀ E PREZZO

Andrai inoltre incontro ad un soddisfacente rapporto tra qualità e prezzo, una prova ulteriore della serietà e dell’opportunità rappresentata dagli studi dentistici Cannizzo.

Quando avrai modo di conoscere la qualità dei servizi offerti e la modernità dei materiali utilizzati, avrai la sensazione di aver fatto un affare.

Basterà confrontarsi con altri clienti per capire che non è soltanto una sensazione, ma semplice realtà.

Ad andarsene sarà invece il tuo disagio psicologico.

LE TECNICHE GIUSTE

Dallo sbiancamento dentale professionale all’innovativa tecnica “all on four”, negli studi dentistici Cannizzo vengono offerti solo trattamenti moderni e al passo con i tempi, per sostituire la paura di apparire con la felicità di sorridere.

Tutti i trattamenti di odontoiatria estetica sono a disposizione dei clienti della clinica odontoiatrica Cannizzo, per regalare un sorriso smagliante e naturale, con ben poco da invidiare a quello di una star.

I MATERIALI GIUSTI

La clinica odontoiatrica Cannizzo di Milano nei propri trattamenti mette a disposizione dei clienti materiali pregiati e biocompatibili, dallo zirconio alla ceramica, capaci sia di garantire un processo osteointegrativo ottimale che di assicurare un sorriso naturale ed esteticamente impeccabile.

Per creare protesi o faccette dentali tutti i materiali scelti vengono lavorati in laboratorio a Milano direttamente dal Dott. Cannizzo, dopo aver preso le impronte del paziente.

IL POSTO GIUSTO

Scegliendo gli studi dentistici Cannizzo di Milano, sito dello studio dentistico, farai il tuo ingresso in una clinica odontoiatrica all’avanguardia, la migliore di Milano, con ormai “30.000 casi di successo”.

Grazie alla professionalità del Dott. Cannizzo e della sua equipe, entrerai in contatto con le attrezzature e i macchinari migliori, di cui la clinica si avvale per operare al meglio e soddisfare i propri clienti.

IL MOMENTO GIUSTO

Se hai dubbi o domande sui servizi offerti nella clinica odontoiatrica di Milano del Dott. Cannizzo puoi telefonare allo 02 76340493, scrivere una mail a “info@cannizzostudio.it” o visitare il sito “studidentistici.milano.it” e richiedere chiarimenti nella sezioni “contatti”.

Troverai un sito aggiornato, chiaro e professionale, proprio come il dentista Cannizzo, che sarà a tua completa disposizione per ascoltare le tue paure e trovare una soluzione.

Il tuo sorriso merita almeno un contatto.

Non esiste un momento giusto.

Il momento giusto è ora.

Studio odontoiatrico a Milano

Introduzione

All on Four Milano è l’implantologia in grado di fornire una soluzione a tutte le protesi provvisorie, rimovibili, soppiantandole con un metodo che garantisce denti fissi in tempi brevissimi.

Il metodo All on Four One Milano si rivela essere efficace anche nei casi di mascelle prive di denti, chiaramente in caso di implantologia di pochi denti il lavoro sarà più semplice.

La riabilitazione implantoprotesica con il metodo All on Four Milano entra in una nuova fase.

La tecnica All on Four Milano

Questa tecnica unisce in un solo gesto, tecnologia, precisione assoluta, estetica ottimale, minima invasività per ridurre al massimo il dolore.

Questo tipo di operazione viene eseguita con il metodo All on Four One Milano da specialisti del settore al fine di ottenere il massimo del risultato con il minimo sforzo ed il minimo tempo operatorio.

Questo metodo di implantologia consente di posizionare una protesi fissa in una sola seduta operatoria, anche in presenza di mandibole che hanno anche deficit ossei, visto che questi sono impianti endossei (ossia con sfruttamento dell’osso mandibolare come base per l’inserimento).

L’appoggio avviene su solo quattro impianti (da cui deriva il nome All on Four One), senza disagi per il paziente che si sottopone a questo tipo di metodo implantologico.

Questo metodo non è molto costoso e una volta terminato, richiede al paziente di osservare un igiene orale assai frequente, e con controlli molto frequenti da effettuare presso lo studio dentistico presso il quale abbiamo fatto il nostro impianto dentale.

Implantologia: le differenze

L’implantologia negli ultimi tempi, grazie agli studi, si è evoluta in maniera esponenziale facendo della implantologia intraossea il suo punto di forza, per garantirco un sorriso bello, luminoso e sana.

L’implantologia è generalmente suddivisa in due grandi settori: implantologia a cielo aperto e implantologia transmucosa.

L’implantologia a cielo aperto è una tecnica che si divide in due diversi stadi che, consistono nell’apertura della gengiva, l’inserimento della protesi e la sutura dei punti.

Quando la gengiva si riapre viene inserito un pilastro protesico.

Questo metodo richiede alcuni interventi invasivi e tempi di recupero lunghi, anche se poi il risultato sarà quello di una protesi durature e molto stabili.

L’implantologia transmucosa, conosciuta anche come implantologia a carico immediato, a differenza della precedente si effettua con un unico stadio, tramite l’inserimento della protesi attraverso un piccolo foro transucoso.

L’inserimento protesico sarà endosseo e sarà necessario un solo intervento mini invasivo e con guarigione rapida.

Questa tipologia di implantologia è certamente più costosa della precedente, e non è fruibile per coloro che hanno deficienze nell’apparato osseo mandibolare, o un certo tipo di gengiva.

All on Four One

L’implantologia All on Four One consiste in una protesi unica consistente in 10-12 denti sorretti da quattro impianti, ovviamente, endossei.

Questi impianti presentano un elettrosaldatura che fa si che questo tipo di protesi possa essere supportata anche da chi ha gravi carenze ossee.

Altro vantaggio è costituito da una osteointegrazione rapida e con uno stress pre e post operatorio molto inferiore rispetto agli altri metodi utilizzati.

Per info ulteriori non esitare a contattare e clicca qui.

 

Interventi di chirurgia plastica a Torino e dintorni

Che cos’è la mastoplastica

La mastoplastica è la procedura eseguita per ridurre, aumentare o modificare il seno. Questa parte del corpo per le donne è molto importante perché risponde a femminilità e bellezza. Intervenire con i presupposti giusti significa venire incontro alle esigenze femminili. Le città italiane come Roma, Milano Torino sono luoghi di incontro di professionisti e specialisti che prendono parte a convegni su un settore che oggi è oggetto di grandi discussioni.

Come scegliere il giusto chirurgo

Nella città di Torino orientarsi per scegliere il giusto chirurgo che esegua la mastoplastica non è difficile. Esistono dei centri di chirurgia e medicina estetica e costruttiva assai noti a Torino. Gli specialisti nel settore sono in grado di indicare quando l’intervento possa essere necessario.

A chi rivolgersi per trovare a Torino un centro specializzato in mastoplastica

Sono tanti i canali attraverso i quali è possibile trovare il migliore centro per ottenere una consulenza sulla mastoplastica. Oggi l’aspetto estetico è un tema assai discusso: la donna ricorre ad un intervento di mastoplastica a Torino che mira ad eliminare gli inestetismi e, soprattutto, a ridare al proprio seno una forma perfetta. Sul web sono presenti i nomi dei professionisti con i loro relativi curriculum vitae e con gli indirizzi dei centri dove operano. Rivolgersi direttamente alle cliniche è un’altra soluzione per avere un appuntamento e fissare una consulenza medica.

Quanto costa un intervento di mastoplastica a Torino

In una città grande e fornita come Torino, le cliniche e i centri abilitati agli interventi di mastoplastica sono ben organizzati e numerosi. Prima di eseguire l’intervento è importante scegliere il chirurgo plastico o estetico al quale rivolgersi. I costi variano a seconda dell’operazione: la mastoplastica additiva costa tra i 4.800 – 9.000 Euro, la mastoplastica riduttiva tra i 5.800 – 7.500 Euro e la mastopessi tra i 3.800 – 6.500 Euro.

Un buon chirurgo deve saper illustrare i benefici di un intervento

I benefici della mastoplastica sono diversi. Il paziente ha da subito un benessere a livello psicologico, in quanto acquista sicurezza e si sente bene col proprio corpo. Un seno troppo grosso, per esempio, elimina l’imbarazzo che una donna prova quando si relaziona con le persone. Gli altri benefici riguardano la sfera fisica e fisiologica. A Torino esistono dei centri specializzati che affrontano questo tema dal punto di vista psicologico. Far capire alle persone quelli che saranno i risultati dopo l’intervento aiuta ad affrontare meglio questo passo.

 

1 2 3